Biografia

Si narra che Martin Basile sia stato inventato il 21 marzo 1992 da due ignoti benefattori genovesi. Sono reperibili pochissime notizie sulla sua infanzia, ma è certo che all’età di otto anni disse “pantagruelico” due volte. Secondo le prime testimonianze, intraprese clandestinamente la carriera di cantautore a quindici anni.

Durante il 2010 Martin curò un porcospino raffreddato e la produzione esecutiva di diversi album di rapper emergenti, ma soprattutto della compilation Rappy Christmas, alla quale parteciparono tra gli altri: Rayden (One Mic), Amir, Hyst e Babbo NatalePare che proprio in questo periodo – probabilmente scambiato dagli organizzatori per qualche collega più promettente – apparì all’apertura di concerti di alcuni rappers più anziani (Vacca, Club Dogo, Emis Killa, etc.)

Ad inizio 2011 uscì Esaurito Mixtape, una raccolta di figurine, collaborazioni, registrazioni dal vivo e brani inediti. Nel frattempo Martin si diplomò al liceo scientifico Nicoloso da Recco. Nello stesso anno mobilitò un gruppo di musici noto come Butter Pasta, dando alla luce Improvvisazioni culinarie.

Nel maggio 2014, Martin ed i Butter Pasta sono incoronati vincitori del concorso Toscana Selection, grazie ad una magistrale esecuzione di Affogarti nei fiori. Presentando lo stesso brano, vincono anche il concorso Sotto Toni di Concordia Saggittaria (VE) nell’ottobre dello stesso anno. Martin è poi concorrente dell’ottava edizione di X Factor Italia in duo con la cantante alassina Diandra Delfino.

Nel marzo 2015 Martin Basile supera l’esame per diventare sommelier AIS e si laurea in lettere con una tesi intitolata Digitale e realtà: il cinema di Lars von Trier. Nel giorno del suo ventitreesimo compleanno pubblica il lato A di Kalokagathia, doppio EP scritto, composto e registrato durante il 2014. Il lato B di Kalokagathia esce a fine estate. Sul web l’album totalizza oltre centomila ascolti. Per la critica: un progetto davvero eccezionale, articolato e complesso, solare ed intimista, che necessita ben più di un ascolto.

Nel 2016 Martin lancia sul web il format SeminterRap. A maggio, accompagnato da Enrica Capilli (vocalist) e Jaws (dj) è vincitore del premio Emanuela Pedulà per il migliore brano originale con Mangiatene tutti; e del primo premio Maia Records, che gli dà diritto ad un contratto discografico con l’omonima etichetta. Dal 22 giugno sul  canale YouTube di Martin è online il suo primo cortometraggio Intuito femminile, ispirato ad un brano del gruppo Uochi Toki, seguito il 4 novembre da The Scout, nuovo cortometraggio tratto da un soggetto originale e scritto con Amedeo Pagella e Christian Mangione.

L’8 gennaio 2017 pubblica a sorpresa sul suo sito l’EP All you can eat, accompagnato dal videoclip del singolo Emily Ratajkowski. Dall’album sono estratti i video di Anacronista e Il mare al pianoterra. Il 17 gennaio esce il beat tape Moon Phases Vol. 1: New Moon del neonato collettivo di producer lo-fi a cui Martin partecipa con lo pseudonimo di NTRLY. A fine anno uscirà anche il beattape prodotto in duo con Loris Mils intitolato What if You Find Love (in Outer Space)?

Nell’estate del 2017, dopo avere conseguito la laurea magistrale in spettacolo
all’università di Genova, Martin scrive, dirige ed interpreta il cortometraggio Il film uccide, con il quale è selezionato al CiCi Festival tra oltre 1200 registi di tutto il mondo ed è finalista al Sapienza Short Film Festival dell’Università Sapienza di Roma, all’ International Peace & Film Festival in Florida, al Short to the Point in Romania, al Trofeo La Lanterna ed al Cafalù Film Festival.

Fonti incerte sostengono che attualmente Martin latiti tra la facoltà di lettere dell’università di Genova e l’Iperuranio. L’attuale produzione letteraria di Martin è caratterizzata da un profondo interesse filosofico (etica, politica, alta cucina) e da un intenso intenso labor limae. Il suo pensiero fortemente deterministico prende spunto dalla filosofia stoica, da David Hume e Antonella Clerici.